sei qui: Home > Blog & news > Telemarketing: privacy per imprese
Telemarketing: privacy per imprese

Telemarketing: privacy per imprese

Semplificazioni nel decreto “Salva Italia”

Imprese come persone. L'ultima novità in materia di privacy è più che altro una conferma che sancisce la possibilità per persone giuridiche, aziende, enti e associazioni, di tutelare la propria privacy nei confronti del telemarketing. Anche le imprese e altri soggetti come enti ed associazioni di vario genere, proprio come i privati cittadini, potranno iscriversi al Registro degli Oppositori, l'elenco di chi, volontariamente, dichiara di non voler ricevere comunicazioni senza consenso a scopo promozionale secondo prassi di telemarketing o teleselling.

Niente telefonate, fax o sms per tutti i soggetti iscritti al Registro degli Oppositori, siano essi persone o società. Lo sancisce il Garante della privacy in un provvedimento con il quale si forniscono indicazioni sulla normativa applicabile al trattamento dei dati relativi a imprese e soggetti privati, grazie alle semplificazioni introdotte dalla legge di conversione del decreto ''Salva Italia''.

In materia di privacy, quindi, non sembra più esservi distinzione tra persone fisiche e persone giuridiche. Il motivo è presto detto: sulla base della direttiva 2002/58/CE, il concetto di “abbonato” viene sostituito dal quello di “contraente”, che è applicabile tanto alle persone fisiche quanto a quelle giuridiche.

Il Registro degli Oppositori, quindi, sarà presto aperto anche alle aziende. Di recente, nonostante i tentativi di autoregolamentazione del settore del telemarketing, con l'istituzione del codice ASSTEL e del Registro degli Oppositori, l'Authority ha deciso di provvedere ad un maggiore controllo, a causa della scarsa informazione degli utenti sulle regole vigenti a tutela della privacy.